L’opzione di lavorare da casa quando necessario, o di provare uno stile di vita diverso senza dover cambiare lavoro, è una vittoria per tutti.

Scott Berkun

Il cliente

Società di Sviluppo Software.

La richiesta

A febbraio 2020 l’azienda ha dovuto gestire in tempi brevissimi il passaggio allo smart working di tutti i suoi dipendenti (più di 80 persone). Le priorità sono state: mettere in primo piano la salute dei propri collaboratori, proseguire senza grandi interruzioni le attività di sviluppo software e garantire l’assistenza ai clienti, mantenendo sempre alti gli indici di qualità ed efficienza.

Il progetto

In primo luogo abbiamo effettuato una survey tramite questionario quantitativo per capire come i dipendenti vivessero la nuova esperienza di smart working e quali punti di forza o criticità avesse. Successivamente abbiamo realizzato delle interviste in profondità con i responsabili di reparto per analizzare e raccogliere insights sulle modalità di collaborazione, sui risultati e gli obiettivi di reparto, con un focus sugli elementi di criticità emersi dalla survey precedente. Sulla base di queste analisi abbiamo identificato dei KPI generali per valutare l’impatto del progetto e definito un regolamento per lo smart working in collaborazione con i responsabili aziendali. A distanza di circa 5 mesi abbiamo realizzato un monitoraggio del progetto conducendo delle interviste con i responsabili di reparto e con alcuni collaboratori. In seguito abbiamo sviluppato un’analisi di stress lavoro correlato e di clima organizzativo per valutare i vissuti e le percezioni legate all’esperienza lavorativa ed il livello di benessere.

I risultati

La differenza

Rispetto ad una situazione forzata di remote working, abbiamo trasformato una contingenza in un progetto strutturato con l’obiettivo di garantire una maggiore flessibilità nell’attività lavorativa, tenendo sempre sotto controllo i risultati aziendali.

Scopri i nostri servizi e come possiamo aiutare la tua realtà!

Vuoi far parte anche tu della nostra storia?